Parco Internazionale della Scultura
 
Il MARCA si pone come partner privilegiato di Intersezioni, il progetto di scultura contemporanea sostenuto dalla Provincia di Catanzaro e curato da Alberto Fiz che dal 2005 si svolge ogni estate al parco archeologico di Scolacium. Sino ad ora sono stati coinvolti Stephan Balkenhol, Tony Cragg, Wim Delvoye, Jan Fabre, Antony Gormley, Dennis Oppenheim, Mimmo Paladino, Michelangelo Pistoletto e Marc Quinn.

Accanto alle mostre temporanee, è stato realizzato, nella città di Catanzaro, il Parco Internazionale della Scultura, il primo del Mezzogiorno, dove tutti gli artisti che prendono parte a Intersezioni sono presenti in permanenza con testimonianze emblematiche entrate a far parte del patrimonio pubblico cittadino.
Il Parco Internazionale della Scultura si trova all’interno di una vasta area verde di oltre 63 ettari adiacente al centro urbano della città di Catanzaro. Si tratta di uno dei più significativi progetti di arte pubblica in ambito nazionale.
Il progetto è in progress e sino ad ora sono state collocate 22 opere. Tra i lavori esposti: Uomo e Ballerina (2005) di Stephan Balkenhol, Cast Glances (2002) di Tony Cragg, Concrete Mixer (2007) di Wim Delvoye, L’uomo che misura le nuvole (1998) di Jan Fabre, Seven Times (2006), l’installazione di sette opere realizzata da Antony Gormley, Testimoni (1998), l’installazione di quattro opere di Mimmo Paladino, Totem (2007) di Marc Quinn. Nel novembre 2009 sono state collocate Electric Kisses, le due installazioni di Dennis Oppenheim che evocano le antiche pagode e nel 2010 le due installazioni di Michelangelo Pistoletto I Templi cambiano-Terza Paradiso, una rivisitazione della classicità e Le sponde del Meditteraneo-Love Difference in 68 pietre colorate che si pone come luogo d’interazione tra le differenti culture.

Non solo, dunque, una serie di mostre temporanee in un luogo di particolare significato storico, ma la precisa volontà di creare una collezione pubblica organica che viva all’interno della realtà urbana in base ad un progetto di museo all’aperto che coinvolge direttamente il MARCA.

Intersezioni è la grande rassegna di scultura curata da Alberto Fiz che si svolge dal 2005, durante il periodo estivo, all’interno della straordinaria area archeologica di Scolacium, sulla costa jonica, a soli dieci chilometri dalla centro di Catanzaro.
Nell’antica città di Minervia Scolacium, tra la Basilica Normanna, il Foro, il Teatro Romano, circondati da un uliveto tra i più estesi del Mezzogiorno in uno scenario unico, la scultura entra in diretta relazione con la storia dando vita ad una mostra concepita per il luogo che assume caratteristiche esclusive, difficilmente paragonabili ad altre esperienze espositive. In questo caso la ricerca plastica contemporanea compie un’azione rigeneratrice destinata a creare una trasformazione profonda nella percezione dello spazio e del tempo motivando un inedito processo formativo.

Gli artisti e le opere che fanno parte del Parco Internazionale della Scultura di Catanzaro

Tony Cragg
(Liverpool, 1949)
Cast Glances, 2002
Bronzo
In collezione dal 2005

Jan Fabre
(Anversa, 1958)
De man de wolken meet, 1998
(L’uomo che misura le nuvole)
bronzo e silicone
In collezione dal 2005

Mimmo Paladino
(Paduli, 1948)
Senza titolo (Testimoni), 1998
bronzo
installazione, quattro elementi
In collezione dal 2005

Antony Gormley
(Londra, 1950)
Seven Times, 2006
ferro
installazione, sette elementi
In collezione dal 2006

Stephan Balkenhol
(Fritzlar/Hessen, 1957)
Ohne Titel
(Mann und Tanzerin), 2005
Senza titolo
(Uomo e Ballerina)
bronzo dipinto
In collezione dal 2008

Wim Delvoye
(Wervik, 1965)
Concrete Mixer, 2007
(Betoniera)
acciaio corten
In collezione dal 2008

Marc Quinn
(Londra, 1964)
Totem, 2007
cemento e ghisa
In collezione dal 2008

Dennis Oppenheim
(Electric City, 1938)
Electric Kisses, 2009
acciaio inossidabile e tubi colorati
in acrilico
installazione, due elementi
In collezione dal 2009

Michelangelo Pistoletto
(Biella, 1933)
I Temp(l)i cambiano-Terzo Paradiso, 2010
materiali da elettrodomestici dismessi
Ecodom, Consorzio Italiano Recupero e Riciclaggio
Elettrodomestici
In collezione dal 2010

Le sponde del Mediterraneo-Love Difference, 2010
68 pietre
In collezione dal 2010
Intersezioni 7 - Daniel Buren Costruire sulle vestigia, impermanenze Opere in situ  - Parco Archeologico Scolacium, MARCA Catanzaro